Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

11 nov 2013 - in: Serie A

I numeri del successo sul Napoli

Più quantità per i partenopei, tanta qualità per i bianconeri che hanno centrato lo specchio della porta 10 volte su 14 tiri

Un successo di qualità. Può riassumersi così il 3-0 con cui la Juventus ha battuto il Napoli nello scontro diretto dello Juventus Stadium, portandosi a un solo punto dalla Roma capolista. Gli indici della sfida contro i partenopei descrivono un match più equilibrato di quanto non dica lo scarto finale. Uno scarto prodotto delle giocate da fuoriclasse come Pirlo e Pogba.

Il gol in apertura di Llorente, che ha subito messo in discesa la partita della squadra di Conte, ha costretto il Napoli a fare la partita. Così si spiega il 55% possesso palla prodotto dagli uomini di Benitez, il maggior numero di palle giocate e una maggior supremazia territoriale.

Ma alla quantità dei partenopei, la Juventus ha risposto con una precisione incredibile. Soprattutto nei tiri in porta, con ben 10 sui 14 totali finiti nello specchio della porta (contro i sei su 13 del Napoli). Il che spiega la prestazione sugli scudi del portiere Reina, uno dei migliori tra gli ospiti. I bianconeri hanno chiuso con un indice di pericolosità che ha sfiorato l’80%.

Tra i singoli, ancora una volta Tevez in evidenza con quattro tiri in porta. Meglio ha fatto solo Insigne, che ha trovato però di fronte un Buffon… in versione Buffon. Ma anche il solito Barzagli, leader incontrastato nelle palle recuperate con 23.