Web Content Viewer (JSR 286) - NoInlineEdit

02 ott 2013 - in: Champions League

Quagliarella: «Peccato, era fatta»

L’attaccante ancora a segno in Champions. «Il rigore su di me era sacrosanto. Abbiamo preso gol sugli loro due tiri in porta»

Ancora un gol di Fabio Quagliarella, ma ancora un pareggio in Champions. Proprio come a Copenaghen, i bianconeri escono dal campo con un punto che sta stretto. Questa volta non tanto per le tantissime occasioni da rete non sfruttate, ma per il sorpasso trovato a una manciata di minuti dalla fine, prima del definitivo 2-2 del Galatasaray.

A fine partita, Quagliarella si divide tra la gioia per un altro gol europeo e la delusione per il risultato. «Peccato, a un certo punto sembrava davvero fatta. C’è amarezza perché la partita l’abbiamo fatta sempre noi prendendo gol negli unici due tiri fatti da loro, se c’era una squadra che meritava di vincere era la Juventus. I gol subiti? Gli episodi fanno parte del calcio e in questo periodo ci girano sempre contro. Il rigore? Era sacrosanto, il difensore è arrivato veloce e il contatto era inevitabile, non ho potuto stare in piedi. Io cerco sempre di farmi trovare pronto, il mister sa che io provo sempre a dare il massimo, sia se gioco dall’inizio o entro a partita in corsa. A volte va bene, altre meno».