Juventus
    04.11.2015 01:25 - in: Champions League S

    I numeri del pareggio del Borussia-Park

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    In una gara difficile, contro un avversario in forma eccellente, la Juve tiene testa ai padroni di casa, crescendo progressivamente e non arrendendosi nonostante l’inferiorità numerica per quasi tutta la ripresa. Ecco come è maturato il pari in Germania

    “La squadra di Schubert è in una forma psicofisica eccellente e tenerle testa, giocando praticamente tutta la ripresa con un uomo in meno dopo l'espulsione di Hernanes, non è cosa da poco”.

    E’ uno dei passaggi più significativi del nostro Match Report di ieri sera, che ben racconta quanto sia stato prezioso il punto conquistato ieri sul campo di una formazione capace di vincere tutte e sei le ultime gare di Bundesliga, e quasi tutte in goleada.

    Nonostante gli assalti dei Puledri teutonici, la Juve non ha mollato, cogliendo il tredicesimo risultato utile in Champions League (8V, 5N), escludendo la finale di Berlino contro il Barcellona. Ieri la Signora ha avuto la sfortuna di subire il primo gol della partita (già successo in otto dei 16 match disputati finora tra campionato e coppe) nuovamente al primo tiro in porta, ma il primo gol in Champions League di Lichtsteiner su 29 presenze non poteva giungere in un momento più provvidenziale (clicca qui per leggere le sue parole)

    LE STATISTICHE DI SQUADRA

    Un’occhiata ai dati della serata conferma come la Juve abbia sofferto il pressing alto dei tedeschi, abili ad interrompere le trame di gioco bianconere e a far correre il pallone per tutta la larghezza del campo.

    Ventidue contrasti contro 6, ben 670 passaggi contro 279 ed un possesso palla che passa dal 60.6% del primo tempo all’80% del secondo, quando dopo il cartellino rosso (l’ultimo in Champions di Chiellini contro il Real Madrid, oltre due anni fa) la Signora è stata costretta ad arroccarsi in difesa di un punto importante in ottica qualificazione, sono numeri che raccontano con nettezza quale sia stata la verve offensiva avversaria.

    Le posizioni medie in campo, ieri sera

    Spiccano però i maggiori errori degli uomini di Schubert (140 palle perse) rispetto a quelli di Allegri, più precisi quando in possesso palla, e le 60 palle recuperate da parte della Juve contro le 64 del Borussia, sintomo che a centrocampo e in difesa i bianconeri non si sono risparmiati e hanno rincorso a tutto campo. La Juventus ha fatto registrare un possesso palla del 30,3%, uno dei più bassi in stagione, complice il baricentro molto basso (43.7m) e la veemente iniziativa del Borussia con un uomo in più.

    Paul (compresi assist) ha mandato al tiro un compagno quattro volte ieri sera, suo record personale in un match di Champions League.

    I nostri avversari hanno mantenuto una lunghezza di squadra corta (34.6m) mentre la Juve teneva una linea del fuorigioco a 5.7m da Buffon. La Signora dietro però ha dominato di testa (71 vs 63 giocate aeree) intercettando il doppio dei palloni (20 vs 10), mentre Buffon ha messo una pezza laddove i difensori non sono riusciti ad arrivare, rendendosi protagonista di sei interventi, uno più decisivo dell’altro.

    Le statistiche offensive sono naturalmente tutte a favore del Borussia tranne – in maniera peculiare – i tiri dentro l’area di rigore, con i quali la Juve si è resa più pericolosa (9 conclusioni rispetto alle 4 dei tedeschi): segno, questo, che la retroguardia ha lavorato bene nel tenere lontani i terminali offensivi neroverdi dalla porta di SuperGigi.

    Le zone di azione dei nostri due attaccanti, bravi a coprire a tutto campo

    La Juve ha tuttavia concluso 17 volte, di cui 3 in porta, mentre il Borussia ha effettuato 4 tiri totali in più dei ragazzi di Allegri, 9 dei quali fuori dai pali.

    I PRIMATISTI INDIVIDUALI

    Lanci positivi: 13, Gianluigi Buffon
    Passaggi positivi: 29, Paul Pogba
    Cross e occasioni create: 3, Paul Pogba
    Palloni giocati: 60, Paul Pogba
    Palle recuperate: 9, Claudio Marchisio
    Tiri nello specchio: 2, Morata e Dybala
    Falli subiti: 4, Stefano Sturaro

    Condividi con:
    • 1
    • 3
    • 2
    INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
    Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
    Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
    Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
    OK