Juventus
    Juventus
      15.01.2019 17:30 - in: Supercoppa Italiana S

      Allegri e Chiellini: «Vogliamo la coppa»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Le parole del tecnico e del capitano alla vigilia della finale di Supercoppa contro il Milan

      Sono Massimiliano Allegri e Giorgio Chiellini a prendere la parola alla vigilia della finale di Supercoppa contro il Milan durante la conferenza stampa tenuta al King Abdullah Sports City Stadium, che domani sarà teatro della sfida. Queste le loro dichiarazioni:

       

      MASSIMILIANO ALLEGRI

      La condizione della squadra
      «Al posto di Mandzukic ci sarà uno tra Douglas Costa e Bernardeschi, poi giocheranno Ronaldo e Dybala. Un cambio importante a partita in corso potrebbe essere Kean. Cancelo sta bene, così come tutti gli uomini di centrocampo stanno tutti bene, e questo mi fa bene sperare per i prossimi impegni. Khedira titolare? Giocherà lui oppure Bentancur».

      Le sconfitte in Supercoppa
      «Difficile farsi un'idea del perché perdi due partite ai rigori contro Napoli e Milan e una che eravamo riusciti a recuperare contro la Lazio. Domani dovrà essere diverso e servirà una bella prestazione. I valori del campionato si azzerano e sarà un test importante, così come la gara contro il Bologna o la prossima di Coppa Italia con l'Atalanta, per prepararsi agli ottavi di Champions, perché le partite secche vanno giocate in modo diverso».

      Il peso di Ronaldo
      «Per dimostrarla si dovrà vincere. Se si vincono i trofei Ronaldo avrà dato più consapevolezza, altrimenti no... È chiaro che un giocatore come lui è un valore aggiunto e va sfruttato, ma non dimentichiamo che negli ultimi quattro anni abbiamo giocato due finali di Champions contro le squadre più forti del mondo in quel periodo».

      L'importanza della difesa
      «Per vincere domani serviranno una grande umiltà e rispetto per l'avversario e la Juventus ha sempre dimostrato di averne. Questo ti porta a fare bene la fase difensiva ed è una qualità che non dobbiamo perdere, perché per vincere le grandi partite serve una grande difesa».

      Ritrovare Higuain
      «Mi aspetto un Gonzalo concentrato, voglioso di riscattare la sconfitta patita a Milano e dovremo essere bravi a limitarlo».

      L'obiettivo della Juve
      «È cercare di vincere tutte le competizioni. Serve un pizzico di fortuna per farcela e ancor di pi in Champions, perché il livello si è alzato e ci sono parecchie squadre che possono arrivare in fondo».

      GIORGIO CHIELLINI

      Di nuovo Juve-Milan in Supercoppa
      «Da due anni fa è cambiato molto. È un trofeo a cui teniamo e dobbiamo dimostrarlo con i fatti perché negli ultimi anni abbiamo lasciato un po' troppe volte questa coppa ed è un peccato. Vogliamo invertire il trend che ci ha visto perdere le ultime due finali. È un obiettivo difficile, lo sappiamo, ma vogliamo iniziare il 2019 alzando un trofeo».


      L'impatto con l'Arabia Saudita
      «Qualche anno fa avevamo giocato un'amichevole a Rhiad in Arabia Saudita, ma al di là di aeroporti, alberghi e campi non vediamo. Fare un viaggio del genere alla ripresa della preparazione è stato un po' stancante per entrambe le squadre e anche passare da zero a trenta gradi non è semplice, ma siamo contenti di essere venuti qui a giocare e l'accoglienza nei nostri confronti è stata perfetta. Mi auguro che possa essere una festa di sport, che il popolo saudita si ricordi di questa partita come di una bella manifestazione e che la nostra presenza qui possa rappresentare anche un passo in avanti per la condizione delle donne. Stadio tutto esaurito? Me lo aspettavo, perché già il fatto di aver ospitato questa partita significa che il popolo saudita ha grande voglia di vedere il calcio».

      Pericolo Higuain
      «Gonzalo è un grande attaccante e aiuta la squadra a giocare bene oltre a essere letale. Dovremo essere bravi a spegnerlo, perché vive di entusiasmo e se inizia a creare occasioni può diventare devastante. Dobbiamo cercare di tenerlo lontano dal gioco e dalla porta. Poi queste partite vivono di episodi e in un ambiente così particolare la testa conta molto. Per lui c'è un affetto speciale, per due anni è stato un compagno fondamentale e lo portiamo dentro di noi. Cutrone? In area di rigore sa essere molto pericoloso. È un giocatore di energia, a volte ha un impatto devastante. Siamo preparati a entrambe le eventualità, sia che giochi Higuain da solo, sia che faccia coppia con lui».

      La carica di Ronaldo
      «Spero che come tutti noi voglia vincere. In partite del genere si esalta e ci aspettiamo tutti molto da lui. L'ho visto concentrato e voglioso di essere decisivo domani sera».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK