Juventus
    Juventus
      17.01.2019 17:00 - in: Supercoppa Italiana S

      Game Review: la vittoria di Gedda

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Due momenti chiave della partita contro il Milan, nella nostra analisi tattica

      La Juventus porta a casa il primo trofeo stagionale nella gara di Supercoppa italiana a Gedda contro il Milan. Vittori apiù netta di quanto dica il risultato, con i bianocneri che corrono un solo pericolo in tutta la gara, con la traversa di Cutrone, e nel primo tempo creano diverse palle gol.  Decisiva la combinazione Pjanic-Ronaldo nella seconda parte di gara.

      PRIMO TEMPO: OCCASIONE GOL

      Nei primi 45 minuti la Juventus potrebbe passare in vantaggio in diverse occasioni. Una delle azioni migliori verso la fine del primo tempo, quando da una rimessa in gioco di Douglas Costa, a ridosso del limite dell'area di rigore rossonera, si sviluppa un'azione pericolosa. La Juventus è stabilmente nella trequarti del Milan con diversi giocatori.

      La mobilità degli uomini di Allegri come sempre non permette di dare punti di riferimento alla difesa avversaria: soprattutto il tridente della formazione iniziale si compone, scompone e ricompone ad ogni azione in tante modalità differenti. In questo caso Dybala arretrato gioca sulla linea di Pjanic, menre Ronaldo è posizionato al centro, anche se gran parte della gara lo si è trovato sulle fasce.

      Nel giro palla viene servito Matuidi che in questo caso, in assenza di Mandzukic, funge da boa. Viene servito Douglas Costa largo a sinistra,  anche se ha iniziato la gara largo a destra. Sul suo cross Bentancur attacca il primo palo, Ronaldo si libera, la sua conclusione spettacolare termina alta di pochissimo, con Donnarumma battuto.

      RIPRESA: COLPISCE CRISTIANO

      Tanta mobilità anche in occasione del gol. Miralem Pjanic prende palla sulla linea di metà campo ed aiuta la squadra a guadagnare metri partecipando al giro palla da dietro. Ronaldo, che concluderà l'azione, si trova ora tra le linee e viene lui incontro a Chiellini per dettare il passaggio.

      Appena servito Alex Sandro, CR7 si butta subito in area con un grande scatto. Matuidi, entrato in possesso, non riesce subito a centrare e torna indietro, servendo Pjanic. Il bosniaco quindi da regista arretrato gioca ora in posizione da trequartista e da trequartista è il suo splendido lancio per Ronaldo, che dopo il primo scatto si è fermato, ha evitato il fuorigico per poi attaccare nuovamente la porta partendo da posizione regolare. Il suo tocco da posizione ravvicinata batte Donnarumma.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK