Juventus
    Juventus
      15.04.2019 10:00 - in: UCL S

      Juve-Ajax: la prima volta a Torino...

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      1969: bianconeri e lancieri si affrontano in amichevole

      Mercoledì 27 agosto 1969: allo stadio Comunale, alle ore 21.15, si disputa un'amichevole tra Juventus ed Ajax, un inedito nel calcio europeo. Una sfida di grande fascino perché gli olandesi sono già di moda, anche se sono reduci dalla sconfitta in finale di Coppa dei Campioni ad opera del Milan. Due anni dopo inizierà la loro egemonia, che li porterà a vincere 3 trofei consecutivi contro Panathinaikos, Inter e Juventus.

      Amichevole di lusso

      40.000 spettatori a fine agosto, nella Torino dell'epoca che in questo mese si svuotava, significa che la gente considera la partita un grande appuntamento da non perdere. Anche per il confronto tra i due allenatori. L'Ajax ha già manifestato il suo calcio totale attraverso la proposta di Rinus Michels. La Juve è guidata dall'argentino Luis Carniglia, che di coppe dei Campioni ne ha vinte due nel decennio precedente con il leggendario Real Madrid di Di Stefano e compagni.

      Il più atteso

      Johan Cruijff ha solo 22 anni e non è ancora la star che illuminerà il decennio successivo. Ma ha già avuto modo di mostrare tutto il suo talento ed è per questo che gli occhi del pubblico sono tutti su di lui. Una serata non facile per lui, sottoposto alla marcatura di Luis Del Sol. Ci sono 12 anni di differenza tra lo spagnolo e l'olandese, perciò molta esperienza in più, un elemento che pesa in questa amichevole a favore del bianconero

      Il protagonista

      E' Roberto Vieri a ritagliarsi lo spazio per finire in prima pagina. Il papà di Christian, che vestirà la maglia della Juventus tre decenni dopo, arriva a Torino dalla Sampdoria e non sono poche le aspettative nei suoi confronti. In questa serata sembrano tutte ben riposte. Scrive Hurrà Juventus: “Vieri è stato utilissimo alla manovra complessiva. Ha avuto qualche momento di stasi, ma ha potuto manovrare sull'intera fascia del campo, proprio come preferisce”.

      L'andamento della gara

      La sfida vive nella ripresa i momenti determinanti. Al quinto l'olandese Groot, entrato nella seconda parte di gara, porta in vantaggio l'Ajax. Trascorrono dieci minuti e la Juve pareggia con una conclusione di Vieri deviata da Krol. Quando manca un quarto d'ora al termine della gara, Vieri con un “bolide violento e imprendibile” realizza il definitivo 2-1. Una Juve a due volti, quindi, non tanto per l'andamento della sfida, ma per un insolito cambio d'abito avvenuto nell'intervallo. Con l'Ajax nella sua tradizionale divisa, la Signora prima si presenta in maglia bianca, per poi cambiarla e indossare quella bianconera a strisce.

      Immagini e ritagli tratti da Hurrà Juventus dell'epoca

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK