Juventus
    Juventus
      31.01.2020 17:00 - in: Serie A S

      Juve-Fiorentina: una questione di gol

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Pietro Anastasi, Alessandro Matri e Paulo Dybala: 3 reti da ricordare

      Juventus-Fiorentina presenta tanti momenti speciali, a partire dal più iconico (il gol di Alessandro Del Piero del 4 dicembre 1994) a quelli legati all'ultima sfida, che ha coinciso con la conquista matematica dell'ottavo scudetto consecutivo. Ci sono poi gol speciali, che hanno un posto nella storia per una ragione precisa, non necessariamente legata al risultato della partita

      1975-76 PIETRO ANASTASI

      La foto che vedete fa riferimento a Juventus-Fiorentina del 19 ottobre 1975. Il momento è esattamente quello nel quale l'arbitro Luigi Agnolin ha appena decretato il calcio di rigore che Franco Causio trasformerà per il momentaneo 2-1 che chiude il primo tempo. Lo juventino inquadrato è Pietro Anastasi, con la sua classica maglia numero 9. La gara terminerà 4-2 e il centravanti bianconero firmerà la quarta rete dei padroni di casa. Sarà l'ultimo gol dei 303 segnati con la maglia della squadra che ha amato da parte dell'indimenticabile Pietruzzu.

      2012-13 ALESSANDRO MATRI

      La Fiorentina l'ha già colpita l'anno precedente, in occasione della prima sfida tra bianconeri e viola allo Stadium, e quel gol è valso la vittoria essendo quello del definitivo 2-1. L'anno successivo Matri partecipa al 2-0 siglando la rete di chiusura, finalizzando un'azione di Arturo Vidal. Un gol che ha dell'incredibile e dell'insolito perché al momento del tiro Alessandro perde la scarpa, ma questo non gli impedisce di calciate con precisione con il suo piede destro. A fine partite, ai microfoni di Juventus Tv, Pavel Nedved disse: “Io nella mia carriera non ho mai visto fare un gol così. Siamo riusciti a segnare anche senza scarpa, vuol dire che è il nostro momento".

      2015-16 PAULO DYBALA

      Il primo Juventus-Fiorentina di Paulo Dybala è una gara avvincente. Ospiti in vantaggio immediatamente con un rigore trasformato da Joseph Ilicic. La risposta bianconera è istantanea con un colpo di testa di Juan Cuadrado che supera Anton Tatarasanu. Mnella ripresa Mario Mandzukic firma la rete del 2-1, prima del capolavoro della Joya. Al primo minuto di recupero, il campione argentino entra in area a gran velocità. Prima della battuta a rete, sterza improvvisamente in orizzontale e si crea lo spazio per avere la visuale libera. Una finta straordinaria, per uno dei gol in carriera che lo stesso Paulo definisce tra i più significativi del suo repertorio.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK