Modello di business

Le principali fonti di ricavo della Società sono: 

1) Ricavi da diritti radiotelevisivi e proventi media:

Proventi originati dalla commercializzazione di diritti audiovisivi e media, derivanti principalmente: (a) dalla negoziazione centralizzata, ad opera della Lega Serie A ai sensi di legge, dei diritti di trasmissione televisiva (e tramite altre piattaforme) delle partite di calcio relative alle competizioni che la stessa Lega Serie A organizza; e (b) dai proventi, versati dalla UEFA, derivanti dalla negoziazione e dallo sfruttamento dei diritti commerciali (diritti televisivi e sfruttamento degli spazi pubblicitari) relativamente alla partecipazione alla UEFA Champions League e/o alla UEFA Europa League.
Ulteriori proventi derivano dalla commercializzazione dell’archivio del club (c.d. library) prevalentemente a broadcasters italiani ed esteri, nonché dall’auto-produzione delle partite casalinghe.

2) Ricavi commerciali ed altri ricavi (ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità, ricavi da vendite di prodotti e licenze, e altri ricavi):

I ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità sono costituiti dallo sfruttamento economico del nome, dell’immagine, dei marchi e degli spazi di visibilità associati alla Prima Squadra. Questi ricavi derivano principalmente dai corrispettivi pagati dal technical sponsor, dal main sponsor e dagli altri official partner della Società (su scala globale o in specifici territori); tra i ricavi da sponsor è compreso anche il naming right dello stadio.
I ricavi commerciali includono anche: i proventi relativi alle vendite di prodotti a marchio Juventus attraverso i canali fisici o digitali (gestiti direttamente dalla Società), le royalties riconosciute dal technical sponsor (per le vendite di prodotti co-branded), e le attività di licensing del marchio Juventus (per categorie merceologiche escluse dal contratto con il technical sponsor). Da sottolineare il fatto che Juventus gestisce direttamente le sue attività di merchandising dal 2015/16 (senza doversi quindi appoggiare ad una gestione terza), questo ha generato un sostanziale incremento dei ricavi commerciali.
“Altri ricavi” includono principalmente le Membership, il Tour dello Stadio, le attività del Museo e i ricavi derivanti dai camp estivi. 

3) Ricavi da gare:

Costituiti essenzialmente dagli incassi derivanti dalla vendita di biglietti e degli abbonamenti (con annessi servizi hospitality) per le partite disputate dalla Prima Squadra all’Allianz Stadium, nonché dallo sfruttamento commerciale della Prima Squadra per tour e/o amichevoli sotto forma di appearence fee. Dall’8 settembre 2011 Juventus gioca le sue partite casalinghe all’Allianz Stadium; questo innovativo stadio di proprietà (che ospita più di 41,000 spettatori) ha permesso alla squadra, nel corso degli ultimi anni, di migliorare significativamente la sua offerta ai tifosi per le partite domestiche. 

4) Proventi da gestione diritti calciatori:

Proventi ottenuti da Juventus con l’attività di calciomercato. Questa attività reddituale è stata promossa anche dalla recente espansione dei confini sportivi del club (in particolare con l’aggiunta della squadra Juventus U23 e l’ampliamento delle squadre giovanili) consentendo la crescita e la formazione di giovani calciatori.

STRATEGIA

Il Piano di Sviluppo (che delinea le linee strategiche e operative per la gestione e lo sviluppo della Società) è stato definito tenendo conto dei seguenti principali obiettivi: 1) Consolidamento dell’equilibrio economico e finanziario, 2) Mantenimento della competitività sportiva; 3) Incremento della visibilità del brand Juventus. 

1) Consolidamento dell’equilibrio economico e finanziario:

L’obiettivo fondamentale del Piano di Sviluppo è di attuare un modello di crescita sostenibile che consenta di mantenere standard elevati di risultati sportivi, senza pregiudicare l’equilibrio economico e finanziario della Società.

2) Mantenimento della competitività sportiva:

Al fine di consolidare la primaria posizione della Società nel panorama italiano ed internazionale, il Piano di Sviluppo prevede l’attuazione di Campagne Trasferimenti caratterizzate da un’attenta e disciplinata gestione delle operazioni di investimento e disinvestimento, con l’obiettivo di mantenere un adeguato livello qualitativo della rosa e garantirne nel tempo il necessario ricambio generazionale. Il sommo obiettivo è quello di continuare a costruire una squadra di elevato livello tecnico, che permetta l’ottenimento di risultati sportivi di rilievo sia in campo nazionale che internazionale.

3) Incremento della visibilità del brand Juventus:

Con +423 milioni di fan e +121 milioni di followers sui social network, Juventus può essere definita come una delle poche vere franchigie sportive globali: in forza di ciò, l’obiettivo della società è quello di espandere le proprie partnership sia a livello globale che a livello regionale in tutti i settori economici.