tuttosujinter001.jpg

Dieci cose da sapere sulla semifinale di ritorno

SHARE
Dieci cose da sapere sulla semifinale di ritorno
Dieci cose da sapere sulla semifinale di ritorno
Dieci cose da sapere sulla semifinale di ritorno
  1. I PRECEDENTI
a028.jpg

Sfida numero 31 in Coppa Italia tra queste due formazioni: Juventus avanti nel computo delle vittorie per 14 a nove. Questa sarà la terza semifinale di ritorno tra Inter e Juventus in Coppa Italia: le due precedenti partite (1983 e 2004) sono terminate in parità e hanno garantito l’accesso in finale ai bianconeri, che hanno trovato il gol in tutte le ultime sette sfide di Coppa Italia con l’Inter.

  1. IN CASA DELL’INTER…

Bilancio favorevole alla Juventus anche nelle sfide di Coppa Italia giocate in casa dei nerazzurri: sei i successi bianconeri contro i cinque dell’Inter, cinque anche i pareggi. Entrambe le squadre hanno trovato il gol nei loro ultimi cinque incroci di Coppa Italia disputati in casa dell’Inter. I nerazzurri hanno mancato l’appuntamento col gol solo in una delle ultime 13 sfide casalinghe di Coppa Italia con la Juventus.

  1. NESSUN GOL SUBITO (IN QUESTA EDIZIONE)

La Juventus ha vinto sette delle ultime otto partite di Coppa Italia (1P), incluse le cinque più recenti – i bianconeri hanno trovato 21 gol in queste gare, una media di 2.6 a match. La nostra difesa ha subito una sola rete nelle ultime cinque gare in questa competizione, nessuno nei tre match stagionali.

  1. ALLA RICERCA DELLA TERZA FINALE IN CINQUE ANNI

Dovesse passare il turno, la Juventus giocherà la terza finale nelle ultime cinque edizioni della Coppa Italia. All’Inter, invece, la finale manca dal 2010/11 (vittoria sul Palermo): per i nerazzurri in caso di eliminazione sarebbe la seconda consecutiva quando ha raggiunto la semifinale, dopo quella del 2012/13 per mano della Roma.

  1. A PROPOSITO DI TIRI IN PORTA…
a010.jpg

Nessuna squadra ha subito meno tiri nello specchio (due) della Juventus in questa Coppa Italia dagli ottavi di finale in poi. Solo l’Alessandria (21) ne ha subiti più dell’Inter (14) nello stesso periodo in questa edizione del torneo. La Juventus ha viaggiato a una media di sei tiri nello specchio a partita nei precedenti tre turni di Coppa Italia.

  1. ALLEGRI VS MANCINI

Massimiliano Allegri prima dell’andata non aveva mai affrontato l’Inter in questa competizione e prima dell’andata era una sfida inedita anche tra i due allenatori in Coppa Italia. Roberto Mancini nella gara di andata ha perso la sua prima partita da allenatore in Coppa Italia contro la Juventus: due vittorie e due pareggi completano il quadro.

  1. ALL’ANDATA, DECISIVO ALVARO
a023.jpg

Nella gara di andata, Alvaro Morata ha segnato la seconda delle sue tre doppiette in carriera con la maglia della Juventus: le altre due in Serie A, contro il Parma nel novembre 2014 e contro il Chievo il 31 gennaio. Nessun giocatore ha partecipato a più gol di Alvaro Morata (quattro, con due gol e due assist) in questa Coppa Italia dagli ottavi di finale in poi.

  1. QUANDO ENTRA LA JOYA…

Due gol in tre partite di Coppa Italia per Paulo Dybala con la maglia della Juventus, nessuno nelle precedenti quattro presenze con il Palermo. Entrambi i gol di Dybala in questa edizione di Coppa Italia sono arrivati entrando dalla panchina: la “Joya”, infatti, non ha ancora giocato da titolare con la maglia della Juventus in questa competizione.

  1. I CINQUE MARCATORI DI COPPA

Si affrontano le due squadre che hanno mandato in gol più giocatori in questa Coppa Italia dagli ottavi di finale in poi (cinque ciascuna). Per la Juve in gol Morata, Dybala, Zaza, Pogba, Lichtsteiner

  1. Le quote bwin
2016-03-02_JuventusMatch.png

Analizziamo le quote del match, offerte da bwin: lavagna 1X2 in equilibrio, con l’eventuale successo di Inter o Juventus alla pari a 2.65 e la divisione della posta in palio a 3.20. Sull’antepost Vincente della competizione, invece, i bianconeri primeggiano 1.60 davanti a Milan (2.30), Inter (34.00) e Alessandria (81.00). Per tutte le altre tipologie di scommessa clicca qui.

Potrebbe Interessarti Anche