Juventus
    Juventus
      27.12.2018 13:00 - in: Serie A S

      Game Review: Atalanta-Juve

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      L'analisi tattica del pareggio di Bergamo

      Per il terzo anno consecutivo allo stadio Atleti Azzurri d'Italia la Juventus pareggia per 2 a 2 contro i bergamaschi. Campo ostico e gara resa ancora più fdiffcile dall'inferiorità numerica con cui i bianconeri hanno dovuto giocare dopo l'espulsione di Bentancur. Nel 2 a 2 finale comunque c'è la cifra di una squadra che non molla mai la presa.

      LA RETE DEL VANTAGGIO

      In realtà la gara si mette subito in discesa per la Juventus. I bianconeri passano in vantaggio dopo nemmeno due  minuti grazie ad una autorete di Djimsiti. Nonostante il gol nasca da un infortunio del giocatore albanese vale la pena riveredere l'azione per sottolineare alcuni elementi. Innanzitutto la Juventus inizia la gara pressando alto e infatti è attraverso un recupero di Bentancur che gli ospiti riescono a prendere palla sulla trequarti atalantina.

      Dybala, nonostante l'assenza di CR7, gioca sempre tra le linee e non necessariamente più vicino alla porta, svolgendo il compito di cucitura tra il centrocampo e l'attacco. Prende palla infatti e allarga come fa spesso il gioco sulla sinistra servendo Alex Sandro. Cross del brasiliano e, a pressare il difensore bergamasco, va Khedira, come sempre abilissimo ad inserirsi negli spazi creati dai movimenti degli attaccanti.

      IL PAREGGIO

      Nel  gol del pareggio si vede tutta l'abilità di Ronaldo in area di rigore. Sul calcio d'angolo battuto da Pjanic il portoghese parte largo sul secondo palo e si accentra per colpire con un terzo tempo.

      Appena si accorge che la palla è troppo alta, CR7 non si  ferma per cercare lo stacco e provare un improbabile colpo di testa, ma va subito ad attaccare lo spazio vuoto davanti alla porta di Berisha. Mandzukic colpisce la palla mandandola proprio verso la porta e quello che può sembrare un assist sporco si tramuta subito in una pefetta palla gol grazie alla capacità di Ronlado di farsi trovare pronto in una posizione da cui è poi impossibile sbagliare.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK