Juventus
    Juventus
      09.11.2019 14:45 - in: Serie A S

      Sarri: «Il Milan è una buona squadra»

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Le parole del tecnico in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro i rossoneri

      Ultima partita prima della sosta per le nazionali. Domani sera la Juventus affronta all’Allianz Stadium il Milan, match valido per il dodicesimo turno di Serie A. Oggi, in conferenza stampa, Maurizio Sarri ha presentato la sfida. «Il Milan è una buona squadra che ha ha avuto delle difficoltà nella fase iniziale della stagione. Si sta ricostruendo, ha dei giovani dal futuro importante. Le basi le sta gettando. Noi dovremo giocare con una intensità difensiva diversa. Non riusciamo ancora a chiudere le partite, ma questa squadra ha la forza di cercare la vittoria fino alla fine e spesso è riuscita a trovarla».

      IL REPARTO OFFENSIVO

      «Non so ancora se Ronaldo sarà a disposizione. Ieri ha lavorato con i fisioterapisti, vedrò tra oggi e domani mattina come sta. So per certo che non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio. Higuain ha bisogno di forti motivazioni per rendere al meglio, lo dice la sua storia. Gonzalo sta bene sia fisicamente che mentalmente. Secondo me può fare meglio nell’attacco dell’area di rigore e quindi dal punto di vista realizzativo. Douglas Costa l’altra sera ha fatto bene a decentrarsi, il compito del trequartista è anche quello del sapersi muovere per vie esterne. In questo momento però abbiamo bisogno di un giocatore in quel ruolo che ci dia equilibrio. Sono state sottovalutate dal punto di vista tattico le prestazioni di Bernardeschi».

      DIFESA E CENTROCAMPO

      «L’impiego di de Ligt? Valuterò tra oggi e domani. Per quanto riguarda Bonucci, in questo momento la squadra ha bisogno di lui per esperienza, solidità e organizzazione difensiva. Spero di poterlo far riposare in futuro: in questa prima parte della stagione è stato un giocatore determinante. Ramsey è un ragazzo con qualità tecniche importanti, il trequartista moderno ormai è un centrocampista. In un centrocampo solido può fare anche l’interno. Rabiot lo vedo in futuro come vertice basso davanti alla difesa. Adesso è in una fase di ambientamento».

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK