Juventus
    Juventus
      06.01.2020 16:55 - in: Match Report S

      Quattro dolci nella calza bianconera

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      La tripletta di Ronaldo e la rete di Higuain stendono il Cagliari. Il 2020 della Juve inizia con un sonoro 4-0

      È un' Epifania dolce quella della Juve, che nella calza trova quattro reti segnate, la prima tripletta stagionale di Ronaldo e la porta inviolata. Non era così scontato contro un Cagliari guardingo e arroccato in difesa e lo dimostra il fatto che il primo tempo si chiuda a reti bianche. Nella ripresa però, grazie anche all'immediata prodezza di CR7, la gara prende un'altra piega e i bianconeri dilagano meritatamente.

      CAGLIARI BLINDATO

      L'inizio è lento, perché la densità che il Cagliari crea nella propria metà campo, tenendo corte le linee dei reparti, impedisce alla squadra di Sarri, tornata oggi al 4-3-1-2, di dare sfogo al palleggio. Gli unici spazi si trovano sulle fasce e non a caso, le prime conclusioni nascono dai traversoni di Cuadrado e Rabiot dalla destra e dai tentativi di Alex Sandro e Ramsey.

      MONOLOGO JUVE

      I sardi avrebbero anche la qualità per produrre gioco, ma preferiscono un atteggiamento guardingo che, alla lunga, consente alla Juve di prendere pieno possesso della gara. D'altra parte la fase difensiva dei bianconeri, fatta di pressing e recupero palla alto è impeccabile e così si assiste ad un monologo. Olsen non è chiamato a grandi interventi se non alla mezz'ora, quando intercetta il colpo di testa di Ronaldo, pescato comunque in fuorigioco. Quando non ci arriva il portiere, ci pensa la traversa, su cui si stampa l'incornata di Demiral, trovato nell'area piccola dall'angolo di Pjanic.

      CI PENSA CR7

      Il possesso palla del primo tempo, ben oltre il 66%, non è sufficiente a sbloccare il risultato e allora meglio puntare sulla rapidità e sull'astuzia. Quella di Ronaldo per esempio, che appena iniziata la ripresa “fiuta” la possibile leggerezza di Kavlan, si fionda sul passaggio centrale per  Walukiewicz, ruba palla, salta Olsen in uscita e spedisce il vantaggio nella porta sguarnita.

      DYBALA SHOW, RONALDO DAL DISCHETTO

      Il gol non appaga i bianconeri, che potrebbero bissare immediatamente se il portiere dei sardi non sfoderasse un eccezionale riflesso sulla conclusione ravvicinata di Dybala, ma scuote anche gli ospiti che pareggiano il conto delle traverse con il colpo di testa di Simeone, servito in area da  Nainggolan. La Juve si affida ancora a Dybala, sempre ispiratissimo e, dopo una punizione intercettata da Olsen, la Joya si esibisce in un slalom in area tra tre uomini che non può non terminare con il fallo di Rog e con la trasformazione dal dischetto di Ronaldo.

      PIPITA E CR7, TUTTO IN UN MINUTO

      Sarri richiama l'argentino, dando spazio al connazionale Higuain, quindi inserisce Douglas Costa per Ramsey e la Juve chiude i conti e li sigilla nello spazio di un minuto: al 35' Higuain riceve da Ronaldo, punta Klavan e scarica un rasoterra che, leggermente deviato dal difensore, si infila alle spalle di Olsen. Tempo di rimettere in gioco e la Juve recupera palla e riparte con Douglas Costa: il brasiliano apre per Ronaldo che entra in area e infila tra palo e portiere la sua personale tripletta. Il conto per il Cagliari potrebbe anche essere più salato, perché Higuain, dopo un'incursione in area, vede il suo destro ribattuto sulla linea da Walukiewicz, mentre negli ultimi secondi Joao Pedro non segna il gol della bandiera per un soffio, colpendo il legno esterno. Finisce 4-0: poker e clean sheet. Non male come inizio del nuovo anno...

      JUVENTUS-CAGLIARI 4-0

      RETI:
      Ronaldo 4' st, Ronaldo rig. 22' st, Higuain 36' st, Ronaldo 37' st

      JUVENTUS
      Szczesny; Cuadrado, Demiral, Bonucci, Alex Sandro; Rabiot, Pjanic, Matuidi (38' st Emre Can); Ramsey (35' st Douglas Costa); Dybala (25' st Higuain), Ronaldo

      A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Danilo, Rugani, De Ligt, De Sciglio, Pjaca, Bernardeschi
      Allenatore: Sarri

      CAGLIARI

      Olsen; Cacciatore (16' st Faragò), Walukiewicz, Klavan, Pellegrini; Nandez, Cigarini (40' st Oliva), Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone (35' st Cerri)

      A disposizione: Rafael, Ciocci, Mattiello, Carboni, Lykogiannis, Birsa, Ionita, Oliva, Castro, Deiola
      Allenatore: Maran

      ARBITRO: Giacomelli
      ASSISTENTI: Liberti, Bottegoni
      QUARTO UFFICIALE: Volpi
      VAR: Banti, Cecconi

      AMMONITI: 41' pt Rabiot

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK