Juventus
    Juventus
      24.01.2020 09:30 - in: Serie A S

      Napoli-Juve: una possibilità storica

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Un nuovo obiettivo: la terza vittoria consecutiva al San Paolo

      Domenica 26 gennaio 2020 al San Paolo la Signora ha la possibilità non solo di rafforzare il primato in classifica conquistando 3 punti, ma di raggiungere un traguardo nuovo, mai tagliato prima: la terza vittoria consecutiva a Napoli. Finora, in diversi periodi, i successi non sono andati oltre le due partite di fila. Un evento verificatosi in epoche lontane nei bienni 1935-1937, 1966-1968, 1976-1978 e altre tre volte in epoca più recente che meritano un approfondimento.

       

      1991-1993

      La Juventus è guidata da Giovanni Trapattoni e il San Paolo diventa terra di conquista con due partite dall'andamento molto diverso. Nel primo appuntamento, è una conclusione di De Agostini a determinare la rete che vale la vittoria sulla squadra di casa, guidata da Claudio Ranieri. L'anno successivo stessi protagonisti in panchina ma gara decisamente più ricca di gol: i bianconeri si portano addirittura sul parziale di 0-3 grazie alle reti di Baggio, Moeller e Vialli (un'insolita punizione a giro per Gianluca). Nei minuti conclusivi il Napoli si rimette in partita con un uno-due di Fonseca e Zola. Nel 1994 il possibile tris non arriva perché le due squadre impattano 0-0.

       

      1994-1996

      La Juve è passata sotto la direzione di Marcello Lippi, che arriva a Torino dopo una buona esperienza proprio a Napoli. Il ritorno al San Paolo del loro ex mister viene salutato con grande affetto, la sua Juve si presenta sempre con le qualità che la contraddistingueranno per tutto il suo periodo. Nel 1994-95 la Juve passa con un secco 0-2. Una rete per tempo: la prima di Ravanelli su colpo di testa che sfrutta un'uscita avventata di Taglialatela. Poi, nella ripresa, arriva il gol di Del Piero, una conclusione a effetto che annuncia le tante che farà in seguito. L'anno seguente è ancora Ravanelli il match-winner ed ancora una volta la possibile terza affermazione di fila viene negata da un altro 0-0.

       

       

      2017-2019

      Infine, la doppietta bianconera dei tempi recenti. Due successi decisamente importanti ai fini delle sorti del campionato per il momento in cui sono arrivati. Il primo è deciso da una ripartenza letale orchestrata da Douglas Costa e Dybala e finalizzata da Higuain, il grande ex della sfida: 3 punti che consentono alla Juve di accorciare il divario in classifica sugli avversari, che potevano effettuare una fuga in caso di vittoria. Il secondo avviene nel girone di ritorno: la Juve di Allegri ha la meglio sul Napoli di Ancelotti grazie a una punizione di Pjanic e a un colpo di testa di Emre Can. Callejon accorcia le distanze, poi nei minuti finali Insigne sbaglia un calcio di rigore. A 12 giornate dal termine, la Signora si porta a un vantaggio di 16 punti che le consentirà di vivere un finale di torneo in tutta tranquillità.

       

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK