Juventus
    Juventus
      21.02.2020 15:00 - in: Serie A S

      OppositionWatch: la Spal

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      Il rendimento della squadra emiliana in campionato

      La SPAL occupa, dopo 24 giornate, l’ultima posizione in classifica con 15 punti. Una squadra guidata in panchina - fino allo scorso 20 febbraio - da Leonardo Semplici, poi esonerato e sostituito con Luigi Di Biagio, alla prima esperienza in Serie A. L’esordio del tecnico romano non è stato fortunato, dato che il team ferrarese sabato scorso ha perso 2-1 al Via del Mare di Lecce.

      Fino a questo momento la SPAL ha vinto 4 gare, ne ha pareggiate 3 e perse 17, con 18 gol segnati e 42 subiti. Le sconfitte consecutive sono 4: l’ultima vittoria risale al 20 gennaio, quando si impose 2-1 sul campo dell’Atalanta. Allo stadio Mazza, dove non vince dal 5 ottobre (1-0 sul Parma), ha raccolto 8 punti ed ha segnato 10 gol. In termini realizzativi è la squadra che ha fatto peggio tra le mura amiche, al pari dell’Udinese.

      Il miglior marcatore è Petagna con 9 reti (nello scorso campionato ne mise a segno 16, suo record personale), seguito da Valoti, Di Francesco e Kurtic (passato intanto al Parma) con 2, Missiroli, Strefezza e Bonifazi con 1. Quest’ultimo nel mercato di gennaio è arrivato dal Torino, ed è la terza volta in carriera che raggiunge il club estense dopo la promozione dalla B alla A del 2016/2017 e la salvezza conquistata nella passata stagione, segnando tra l’altro un gol alla Juventus nella sfida giocata lo scorso 13 aprile.

      L’unico giocatore a non aver saltato nemmeno un minuto in campionato è il portiere albanese Berishasempre schierato titolare e mai avvicendato.

      L'arrivo di Luigi Di Biagio

      8 punti separano la Spal dalla zona salvezza: un’impresa che non sembra impossibile, considerando come negli ultimi anni alcune squadre che sembravano condannate al mese di febbraio, sono poi riuscite con un grande exploit ad ottenere nelle ultime giornate una salvezza solo qualche settimana prima considerata improbabile. 

      La squadra di Ferrara deve però cambiare il passo e risolvere alcuni problemi che ne hanno impedito, nel girone di andata e in questo inizio di secondo, di ottenere punti. I più grossi sembrano essere in attacco, con la Spal che è ultima per gol realizzati e tiri verso la porta avversaria. 

      Una tendenza che sembra però essere cambiata in occasione della precedente partita, quella in trasferta contro il Lecce, la prima del nuovo tecnico Luigi Di Biagio sulla panchina emiliana.

      Contro i pugliesi infatti la Spal, pur perdendo per 2 a 1, ha tirato in porta per 13 volte (5 più degli avversari) di cui 5 nello specchio della porta. Il possesso palla, nella media stagionale ben al di sotto del 50%, è arrivato al 53. Inoltre i ferraresi hanno corso per 111 km, dimostrando una buona condizione fisica.

      Fra le novità portate dall’ex tecnico dell’Under 21 vi è sicuramente il modulo tattico: dal 3-5-2 di Semplici Di Biagio è passato al 4-3-1-2 con il nuovo acquisto, l’argentino Castro, utilizzato come trequartista tre le linee.

      Condividi con:
      • 1
      • 3
      • 2
      INFORMAZIONI SULL'USO DEI COOKIES
      Questo sito utilizza cookie di terze parti, per finalità di marketing e fornire servizi in linea con le tue preferenze.
      Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie cliccando qui.
      Cliccando su 'Ok', chiudendo questo banner o proseguendo con la navigazione, acconsenti al loro uso in conformità alla nostra cookie policy.
      OK