Match Cagliari Juventus

Il Cagliari ferma la Signora

SHARE
Il Cagliari ferma la Signora
Il Cagliari ferma la Signora
Il Cagliari ferma la Signora

La Juve si ferma alla Sardegna Arena, superata dal Cagliari grazie alle reti di Gagliano e Simeone che nel primo tempo decidono la gara. Una partita che aveva poco da dire, visto che i bianconeri arrivano sull'isola con lo scudetto già in tasca, mentre i sardi sono già salvi.

SUBITO CAGLIARI

Nonostante le premesse la gara è vivace, anche perché la mancanza di pressioni permette alle squadre di limitare i tatticismi e favorisce il gioco, nonostante il caldo. La Juve ci prova con Muratore, all'esordio da titolare in A, e con Higuain, ma Cragno è attento, quindi tocca al Cagliari, che alla prima occasione passa: due cross attraversano l'area per tutta la sua larghezza e il secondo di Mattiello, trova libero in mezzo il giovane Gagliano, che infila il vantaggio di prima intenzione.

RADDOPPIA SIMEONE

I sardi non si accontentano e cercano subito il bis con Mattiello e Joao Pedro e tengono il campo con autorevolezza. La Juve cerca soprattutto di manovrare per vie centrali e ha due ottime occasioni da calcio d'angolo, la prima con il destro di Bonucci dal limite, la seconda con l'acrobazia Higuain, entrambe a lato di poco. A cinque minuti dal riposo si rende pericoloso anche Cuadrado che conclude una discesa sulla destra con un diagonale a fil di palo, quindi è Bentancur da due passi a impegnare Cragno. La Juve meriterebbe il pareggio e invece, prima dell'intervallo si ritrova sotto di due gol: al 47' Gagliano lancia in profondità Simeone, che controlla e spara un destro in diagonale che fulmina Buffon.

RITMI BLANDI NELLA RIPRESA

I ritmi blandi e gli spazi che si aprono di conseguenza favoriscono le occasioni: il Cagliari ne ha due in avvio di ripresa con Joao Pedro e Simeone e la Juve risponde con Muratore e Alex Sandro. Sarri cambia Pajnic e Muratore con Matuidi e Zanimacchia e porta Bentancur in regia. Ronaldo scalda i guantoni di Cragno con una sventola dalla distanza e Simeone calcia a lato da centro area, quindi la gara cala di tono. Il portiere dei sardi ferma un'altra conclusione in diagonale di CR7, quindi arrivano ancora i tentativi di Zanimacchia e Bernardeschi, ma il risultato non si schioda dal 2-0 e il Cagliari può festeggiare, mentre alla squadra di Sarri rimane l'ultima passerella, sabato sera, contro la Roma, prima di sollevare la coppa di Campioni d'Italia per la nona volta consecutiva.

CAGLIARI-JUVENTUS 2-0

RETI: Gagliano 8' pt, Simeone 47' pt

CAGLIARI
Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan; Faragò, Ionita, Rog (2' st Paloschi), Mattiello; Joao Pedro (43' st Pereiro); Gaglianom (1' st Lykogiannis), Simeone (39' st Birsa)

A disposizione: Rafael, Pisacane, Marigosu, Ragatzu, Lombardi, Delpupo, Ladinetti, Carboni

Allenatore: Zenga

JUVENTUS
Buffon; Cuadrado, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Muratore (16' st Zanimacchia), Pjanic (16' st Matuidi), Bentancur (31' st Peeters); Bernardeschi, Higuain (43' st Olivieri), Ronaldo
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Demiral, Coccolo, Wesley, Frabotta, Vrioni
Allenatore: Sarri

ARBITRO: Ghersini
ASSISTENTI: Tolfo, Pagliardini
QUARTO UFFICIALE: Marini
VAR: Mariani, Paganessi
AMMONITI: 17' pt Rog, 25' pt Pjanic, 30' st Joao Pedro